Nelle rituali interviste con la stampa, Bungie ha rivelato qualche caratteristica in più del loro nuovo progetto dedicato ad Halo.

 

 

 

 

 

 

Questi gli elementi più interessanti emersi nelle interviste:

  • Halo 3: Recon è il loro ultimo progetto dedicato a questa serie di Halo. Con questo titolo per loro la saga è conclusa.
  • Si sono diveriti abbastanza per il clamore mediatico suscitato dalla parola “stealth” presente nella press release. Il gioco non sarà per nulla uno stealth game, ma riproporrà le dinamiche di gioco di Halo con qualche interessante novità.
  • L’identità dell’ODST è ancora sconosciuta. Potrebbe anche essere di sesso femminile.
  • Lo sviluppo del titolo è entrato nella fase produttiva da un paio di mesi. Trattandosi di una espansione, non si è trattato di uno sforzo epico come nel caso dei tre precenti capitoli.
  • Halo 3: Recon garantirà “ore” di campagna in single player, ma non sarà un gioco completo come Halo 3.
  • Il gioco non è stato imposto da Microsoft, ma è nato da una loro idea.
  • Non sanno a che prezzo verrà commercializzato.
  • Per giocare Halo 3 : Recon non sarà necessario avere una copia di Halo 3, ma i possessori di quest’ultima potranno beneficiare di una sorpresa (un contenuto scaricabile da internet? n.d.r.)
  • Questa espansione “stand alone” di Halo 3 non è attualmente il loro principale progetto. I loro sforzi maggiori sono concentrati su due nuovi “IP” di proprietà di Bungie che verranno presentati in futuro.

Fonti: Gamesindustry.bizEurogamer.com