La notizia è questa: qualche giorno fa, in una puntata di Bonus Round, il rotocalco videoludico del sito Gametrailers.com, il noto analista americano Wedbush Morgan Michael Pachter aveva rivelato che il seguito dell’apprezzatissimo Assassin’s  Creed sarebbe stato ambientato nel 1700, ben 500 anni dopo il primo episodio. Inutile dire come questo rumor abbia subito scosso la rete generando la classica ridda incontrollabile di voci ed ipotesi. Ma proprio quando c’era chi già si prefigurava un Altair novello giacobino nella Rivoluzione Francese, ecco la “smentita” ufficiale di Ubisoft:”Quello di Patcher è da considerarsi solo un rumor e una speculazione, cose che noi usualmente non commentiamo“. Non c’è che dire, come smentita non è certo tra le più convincenti. In attesa di vedere se Patcher (analista invero alquanto fallace) l’avrà vinta o meno, non ci resta che aspettare il 2009 per le immancabili notizie (questa volta, però, sicure) su Assassin’s Creed 2.