Microsoft risponde al clamore intorno a Killzone 2 con una sprezzante affermazione in puro stile ConsoleWar. Ammettiamolo ragazzi, il mondo videoludico non è bello senza una sana e genuina “Console War”: non c’è niente di più noioso che dibattere sui videogiochi senza l’interesse che deriva dal “tifo” (moderato o esasperato che sia) per questa o quella console/software house. Tutto iniziò con le ferocissime guerre a colpi di “lettere alle riviste specializzate” tra le utenze di Sega e Nintendo, poi, con l’arrivo della SONY, la “guerra” scoppiò in rete tra i nostalgici delle vecchie console finalmente uniti, e le nuove generazioni che si esaltavano con la rivoluzionaria PSX (rea di avere reso il videogiocare un freddo business) .  Ne è passata tanta di acqua sotto i ponti, ma proprio tanta…e sono anche cambiate le opinioni dei vari “consoleguerraglioli”.

Ma andiamo per gradi. L’universo dei c.d. fanboy è abbastanza variegato. Ci sono quelli “brand addicted”, che non riescono a comprare o giocare altro che non abbia sopra il logo del loro brand preferito SONY, Nintendo che sia (Microsoft è arrivata dopo nel giro per avere dei fan così affezionati, ma sta recuperando terreno). Poi vi è chi, una volta, difendeva Nintendo, ritrovandosi ad amare il Dreamcast prima e l’XBOX poi pur di non arrendersi alla “playstation mania“.  Ci sono anche coloro che non riescono a digerire una console occidentale ed infine quelli che hanno sempre scelto di volta in volta a seconda del gusto personale. Nota personale: tra gli ultimi fa parte il sottoscritto.

In realtà ci sarebbero anche quelli che snobbano la console-war, quelli superiori: “Io ho tutte le console, in tutte le versioni, per me la console war non esiste, sono imparziale a differenza di voi”. Cavolate. Questo genere di fighetti del videogaming coprono, con l’esoso esborso di denaro per comprare vari sistemi di gioco, il loro fanatismo più bieco. Il dire “Ce l’ho tutte” è per loro soltanto una buona scusa per avere ragione. Ma in fondo il bello è anche questo. I fumetti non sarebbero stati lo stesso senza i dibattiti su “Hulk vs La Cosa”, il cinema di cassetta degli anni ’80 non sarebbe stato così eccitante senza la concorrenza tra Sly e Arnold e i videogiochi…idem con patate.

Così siamo arrivati alla notizia di oggi: Microsoft rilancia il guanto della consolewar  alla SONY, sua rivale di sempre. Come avrete letto nel blog, i fan della SONY sono per ora in stato euforico: dopo anni di stenti è finalmente uscito un gioco (Killzone 2) che è sopravvissuto pienamente all’hype che lo aveva preceduto settando nuovi standard grafici nel genere dei FPS. Il fatto ha dato il via ad una serie di siti più o meno faziosi il pretesto di rivendicare la superiorità della PS3 nei confronti del 360 e delle sue esclusive. Sto parlando, chiaramente, dei vari articoli “Halo è morto” di cui vi ho parlato nello speciale presente in questo stesso blog.

La festa però non sembrerebbe destinata a durare troppo a lungo…

GameGuru , infatti, ha oggi riportao una intervista ad un portavoce della casa di Redmond nella quale viene affermato testualmente “Ci congratuliamo vivamente con SONY e  i Guerrilla per i risultati ottenuti con Killzone 2, tuttavia  ci troviamo soltanto all’inizio di questa nuova fase. La teconologia impiegata in alcune esclusive per 360 ancora da annunciare, supera di gran lunga quello che i videogiocatori hanno finora visto“.

Sarà vero? Chi è questo “portavoce”? Dobbiamo forse diffidare quando non sono presenti nomi e cognomi? E ancora…di quali esclusive sta parlando? Mass Effect 2? Halo Chronicles? O magari i due titoli Rare dei quali si rumoreggia in questi giorni…

Non so voi, ma nonostante il doveroso scetticismo, l’interesse personale per gli annunci dei prossimi mesi (E3 2009 incluso), si fa sempre più grande.