La keynote Microsoft si è conclusa da qualche minuto e siamo qui pronti a raccontarvi cosa è successo alle 19:25 (ora italiana) in quel di Los Angeles alla conferenza di apertura dell’E3 2009.

Le danze (è proprio il caso di dirlo), si sono aperte con uno spettacolo musicale e la presenza di volti notissimi come Paul McCartney, Ringo Starr, Yoko Ono e Olivia Harrison…il tutto, ovviamente, per presentare l’uscita di The Beatles Rock Band, ennesima espansione stand-alone del noto gioco musicale. La novità è che ogni piattaforma, quindi anche l’XBOX360, potrà “vantare” delle canzoni esclusive come nel caso di “All you need is love“.

Applausi vari etc. etc. etc. (Scusate il poco entusiasmo ma ho sempre tifato per gli Stones n.d.r.).

Tocca a Tony Hawk, noto campione di skateboard, che ci presenta il suo nuovo gioco con tanto di “tavola” in puro stile Wii balance board…il pubblico sembra freddino (e personalmente non vedo come dargli torto n.d.r.).

Finalmente qualcosa di concreto: il trailer di Modern Warfare 2! Non male davvero, sembra una evoluzione del già ottimo CODIV. I due tizi di Infinity Ward ci illustrano un livello. Partenza abbastanza fiacca e noiosa, finale sulle motoslitte  esaltante. Bello.

Bene bene, iniziamo a scaldarci, che cosa ci sarà ora? Presto detto: Motomu Toriyama di SquareEnix che ci mostra per la prima volta FFXIII su XBOX360. E’ praticamente la stessa demo uscita per PS3 qualche mese fa in Giappone. Graficamente le due versioni sembrano indistinguibili. Ottimo lavoro di conversione. Il gioco sarà disponibile nei negozi per la primavera 2010 (contate che si parla sempre di USA e Giappone, per noi europei c’è sempre da aspettare…n.d.r.). Toriyama saluta e se ne va.

Insomma, tutto questo viaggio per così poco? Mah! Comunque, bando alle ciance, è il turno di Cliff Bleszinski di EPIC. Come saprete nelle ultime ore si è molto vociferato di un mega-annuncio da parte dei creatori di Gears of War. Direi che ci siamo nevvero? Sbagliato” Il buon Cliff ci presenta solo un simpatico giochino per XBLA dal nome Shadow Complex. Gli avvocati Capcom sono già al lavoro per il plagio di Bionic Commando (a questo punto prende piede l’ipotesi del titolo esclusivo EPIC mostrato domani alla conferenza SONY n.d.r.) .

Per adesso una conferenza da 5 scarso, ma per fortuna il bello deve ancora arrivare. Inizia una sequenza di filmati, in pochi minuti sono presentati:

  1. Crackdown 2 (teaser trailer in c.g.i.).
  2. Left 4 Dead 2 (anche qui un teaser trailer, ma più simile a qualcosa che giri in real time).
  3. Splinter Cell: Convinction (teaser trailer in c.g.i.)

Di quest’ultimo, però, viene mostrato in diretta una sezione di gameplay. Il gioco è molto buono, in alcune fasi ricorda una sorta di Shenmue, con una città viva piena di persone, in altre il classico Splinter Cell. Da tenere assolutamente sott’occhio, potrebbe essere uno dei titoli migliori dell’anno. Uscita prevista: Autunno 2009 in esclusiva per XBOX360.

In pochi minuti la situazione si è ribaltata, adesso la conferenza inizia davvero ad appassionare chi la segue.

E’ il turno di Forza Motorsport 3: partono una serie di trailer in sequenza. Il gioco sembra davvero spettacolare e, oltre alla possibilità di personalizzare le auto come accadave in Forza 2, sembra finalmente dotato di una grafica realmente next-gen. Tra le novità anche la visuale interna all’abitacolo.  GT5 ha finalmente un degno rivale.

It’s Halo Time! Sale sul palco Koe Staten di Bungie. Viene mostrato il gameplay di Halo 3: ODST, il gioco sembra solido anche se la l’aspetto grafico pare sostanzialmente invariato rispetto ad Halo 3. Il giocatore impersonerà inizialmente “Rookie” (che significa “pivello”), il membro più inesperto del team di ODST inviato sulla Terra per bloccare l’invasione dei Covenant avvenuta in Halo 2. Avanzando nel gioco, attraverso dell’espediente dei flashback è possibile vedere cosa è successo agli altri componenti della squadra che ci hanno preceduto. Il gioco sembra molto interessante e da fan di Halo non posso non metterlo nella lista dei “must buy”. Uscita prevista in contemporanea mondiale:  22 Settembre 2009.

Tutti fermi tutti zitti, non è finita. Arriva la bomba: l’annuncio di Halo Reach attraverso un teaser trailer in computer grafica. Non viene detto nulla sul gioco, se non che sarà possibile accedere alla beta comprando Halo 3:  ODST (O li mortè! n.d.r.). Un misto tra esaltazione e delusione…almeno ci dicano che tipo di gioco sia![Update: dopo varie analisi del trailer e la consultazione con alcuni “insider” sono arrivato alla conclusione che il gioco dovrebbe appartenere al genere degli “action-rpg” o a quello dell” “fps-tattico a squadre”. Personalmente propendo più per la prima ipotesi].

E’ il turno di Alan Wake, ribattezzato dai più ironici Alan Wait, essendo stato annunciato nel lontanissimo E3 2005 e concretizzatosi soltanto ora. Il gioco, definito dai Remedy un “Thriller Psicologico”, viene mostrato addirittura in tempo reale. Solidissimo dal punto di vista tecnico, ad una prima analisi sembra un misto tra Resident Evil ed Alone in The Dark. Dalla dimostrazione non emerge, però, la componente “psicologica” del gioco, ma solo quella “action”.  Ottima impressione comunque. Data di uscita: Primavera 2010.

Inizia ora una fase noiosissima sulle nuove feature del LIVE. Seguo in maniera distrattissima, capisco solo poche parole: “Netflix“, “movies“, “accesso diretto“, “1080p HD“, “Twitter” e “Facebook“. Deducetene voi il significato recondito unendo i puntini.

Proprio mentre la noia assale quasi tutti, sale sul palco Hideo Kojima! Tripudio dei fan dell’XBOX360 e scagazzamento conseguente di quelli della PS3…momenti di panico e di euforia misti insieme. Kojima annuncia l’arrivo sul 360 di Metal Gear Solid Rising, una nuova avventura con protagonisa Raiden. La parole esclusiva non viene pronunciata, in compenso, però, i possessori della PS3 devono fare “ciao ciao” con la manina all’ultimo brand esclusivo per la propria console. Pazienza, capita a tutti.

Record mondiale: permanenza di Kojima sul palco: 2 minuti di scarso entusiasmo! Forse aveva fretta di andare in bagno (O magari è stato costretto dalla Konami a presenziare alla conferenza MS e da buon sonaro rosicava n.d.r.).

Sezione software conclusa, adesso arriva la parte dedicata alle innovazioni tecnologiche e a nuove forme di videogaming (leggi “casual games” n.d.r.): viene presentata una telecamera in grado di rilevare i movimenti del corpo sostituendo di fatto il controller. Devo dire che anche il sottoscritto rimane affascinato. Classica carrellata di applicazioni di questa nuova tecnologia: si va dal pittura il muro a colpi di mano a “rimbalza la palla”. Non male, ma non fa per me.

Sembra tutto finito, ma non è così. Nonostante la ritrosia per tutto ciò che esula dal videogiocare classico, anche io vengo devastato dall’ultima invenzione di Peter Molynex: il figlio virtuale. Nel video appare un ragazzo di nome Milo che interagisce con noi in base alle nostre espressioni facciali registrate dalla telecamera e dal tono della nostra voce. Il ragazzo sembra rispondere in maniera quasi “viva” alle stimolazioni di una ragazza che dialoga con lui. Molto inquietante e allo stesso tempo stupefacente. Ma funzionerà davvero? Ai posteri l’ardua sentenza.

La conferenza è conclusa dal “classico” Don Mattrick che saluta  e augura un buon E3 2009 a tutti. Amen.

Il giudizio finale sulla conferenza MS è sicuramente strapositivo. In pratica sono stati annunciati la maggior parte dei grandi titoli che i fan attendevano da tempo. Le superbombe sono meno dirompenti dell’anno scorso, ma ugualmente devastanti: Forza 3 che rivaleggia con GT5 dal punto di vista grafico, MGS che arriva su 360 e Halo Reach sono 3 notizie da gourmet della console war. In più la sezione “casual” ha presentato delle novità potenzialmente rivoluzionarie.  Le uniche “pecche” sono state la mancanza totale di Rare (si è fatto un gran parlare di Perfect Dark 2 e Killer Instinct) e la non presentazione di Mass Effect 2 (cosa che ne prelude l’annuncio anche per PS3).