In queste ultime ore è scaduto l’embargo per le numerose preview che molte riviste online avevano preparato dopo la loro visita ai Bungie Studios. Il risultato è che la rete è stata  letteralmente  invasa da una tonnellata di news ed interviste (spesso identiche tra loro)  ai creatori di Halo. Come se non bastasse, dal Comic-Con di San Diego sono giunte  inattese novità sul fronte “multimediale” della serie.

Andiamo a vedere cosa è emerso:

  • La campagna di Halo 3: ODST sarà molto incentrata sulla trama e regalerà al giocatore emozioni e sistuazioni inedite rispetto agli precedenti capitoli della saga.
  • La lunghezza della modalità “Campagna” è stata dichiarata ufficialmente inferiore a quella di Halo 3 (8-9 ore), ma il carattere “free roam” del gioco consentirà al giocatore di ampliare le ore di gameplay esplorando a fondo uno scenario definito “Il più grande mai creato per un gioco di Halo”.
  • Bungie si é detta alquanto fiduciosa rispetto a “Halo: Reach“, ma ha anche confermato che nulla di nuovo del gioco verrà mostrato nel 2009.
  • Halo: Rech sarà l’ultimo Halo di Bungie.
  • Peter Jackson ha finalmente chiarito il suo attuale ruolo nella crescita mediatica del franchise di Halo: nessuno. Sia il pluriannunciato e mai partito film, che il misterioso gioco “Halo Chronicles” sono ormai progetti morti. Ce ne faremo una ragione.