Gametrailers.com ha pubblicato durante la notte il trailer esclusivo di Halo Legends, la raccolta di cortometraggi con oggetto l’Haloverse realizzati dai più importanti studi di animazione giapponesi.  Molti puristi storceranno il naso, altri già avranno la bava alla bocca. In ogni caso, prima di dare giudizi affrettati, vi consigliamo di attendere la preview ufficiale che sarà disponibile sul LIVE il prossimo Autunno.

Direttamente dalla ComiCon di SanDiego il teaser trailer del tie-in del secondo cinefumettone dedicato ad Iron Man. Il primo film risultò piuttosto divertente, il gioco a lui ispirato  molto meno…speriamo che la situazione si riequilibri con il seguito.

Un nuovo gioco dedicato al mondo MechWarrior è in arrivo per PC e XBOX360 (niente PS3 sorry!). Il titolo verrà sviluppato dai Piranha Games (quelli dell’ultimo tie-in sui Transformers) e dai Smith&Tinker. Il nuovo MechWarrior manterrà l’approccio simulativo, offrirà sia la modalità cooperativa che quella multiplayer online e utilizzerà il ben noto Unreal Engine 3. (altro…)

In questo periodo di magra per le notizie, sto approfittando della situazione per recensire alcuni giochi non proprio nuovissimi, ma che vale la pena recuperare. Dopo il già visizezionato Crackdown è oggi il turno di uno degli fps più ingiustamente sottovalutati di questa generazione:  “The Darkness“. (altro…)

Direttamente da Los Angeles, il trailer dell’attesissimo Bioshock 2:

L’interessante trailer del remake del primo Silent Hill:

Non c’è che dire, un aspetto grafico semplicemente entusiasmante. AC2 sembra avere tutto per ripetere il successo di vendite del suo predecessore. L’unico dubbio che rimane è la varietà delle missioni e il sistema del combattimento. Dalla dimostrazione, quest’ultimo, sembra molto simile a quello del primo capitolo…il che non è che sia necessariamente un bene.

Nota personale: orrendo il doppiaggio stile italoamericani  della versione USA del titolo. Pensare che a Venezia nel ‘400 parlassero come Robert De Niro ne “Gli Intoccabili” è veramente troppo. Senza contare che, quando sento il nome “Ezio” pronunciato all’inglese, mi tornano in mente ricordi semplicemente devastanti: un Mel Brooks ormai sul “rincoglionito” andante che, in uno Striscia la Notizia di parecchi anni fa, chiamava Ezio Greggio poco prima la sigla finale: “Etzio Etzio! Dobbiamo andari. E’ tardi Etzio!”